F G G R U P P O

Tempra

Scoprite tutte le nostre lavorazioni e i processi che le compongono

Image

Tempra

La tempra prevede un riscaldo a temperature superiori ai punti critici ed è composta da più fasi:

 

-       Riscaldo dell’acciaio sopra il punto AC3.

-       Mantenimento alla temperatura per un tempo sufficiente ad assicurare in tutte le parti del pezzo la struttura austenitica.

-       Raffreddamento con velocità superiore a Vs, cioè la velocità critica di raffreddamento, in modo da ottenere a temperatura ambiente la struttura martensitica.

-        

E’ importante sottolineare che la temperatura di tempra, cioè quella a cui deve essere portato l’acciaio in fase di riscaldo, deve essere maggiore al massimo di 50° ad AC3, cioè quando la trasformazione austenite/ferrite è completa e che varia a seconda del tenore di carbonio e degli alliganti dell’acciaio.


Il raffreddamento viene poi eseguito molto rapidamente, in modo tale da ottenere la formazione della Martensite. Il rapido raffreddamento è assicurato dai mezzi tempranti, ovvero dei liquidi che raffreddano bruscamente l'acciaio. L'acciaio a 800 °C (ciò è a titolo di esempio; le temperature dei punti critici variano al variare delle percentuali degli elementi di lega) viene immerso in un liquido: acqua, olio, polimero.

  • mantenimento temperatura
  • austenite nell'acciaio
  • 1 ora ogni 25 mm di spessore